Dalla rete al palco

Passare dall’amatorialità al professionismo nel giro di qualche megabyte? È possibile. Vi ricordate la YouTube Symphony Orchestra, quella composta da musicisti selezionati nella rete e che poi hanno suonato alla Carnegie Hall? Ecco, YouTube ci riprova rivestendo i panni del talent scout, cercando stavolta cantanti lirici da portare quest’estate sul palco del Festival pucciniano di Torre del Lago. Un’occasione da non perdere perché avere un’audizione è più facile rispetto ai normali talent show che richiedono lunghe file fuori di uno studio televisivo: ti riprendi con la videocamera mentre canti un’aria di Puccini, carichi il video e sei on-line! Pronto per essere giudicato; tutto gratuitamente. That’s Opera Talent è il primo casting on-line per chi vuole diventare un professionista nel mondo dell’opera, un’idea della Ricordi che il sito di video sharing più cliccato del mondo ha raccolto con entusiasmo: «Uno degli obiettivi – spiega Alessandro Antiga, responsabile marketing di Google – è quello di mettere in comunicazione due mondi apparentemente lontani, quali la lirica e internet». Oltre a dare la possibilità ai giovani di tentare la strada per il debutto, l’esperimento ci darà finalmente la misura di quanto una dimensione considerata paludata e vecchia sappia interagire con le nuove tecnologie: «Il nostro canale su YouTube – afferma Kikka Ricchio, direttore creativo in Ricordi – ha quasi 700.000 visualizzazioni e centinaia di iscritti. La maggior parte dei video arriverà in prossimità della scadenza (l’8 maggio), perché i partecipanti sono dei perfezionisti; alcuni affittano costumi, inventano allestimenti per rendere l’esibizione più veritiera. Non è lo stesso mondo della musica pop». E poi «la posta è molto alta – aggiunge Antiga – nessuno vuole scoprire subito le proprie carte». Verranno selezionati otto componenti orchestrali e due cantanti da inserire nel coro delle quattro rappresentazioni di Madama Butterfly al Festival. Ma attenzione: se la giuria, presieduta dal direttore Alberto Veronesi, ritenesse qualcuno particolarmente eccezionale, potrà assegnare anche il ruolo dei due protagonisti Pinkerton e Cio-Cio-San. Dai video caricati alla selezione finale si passerà ovviamente per una prova dal vivo, ma la cosa interessante è che «questo progetto gira solo in rete – osserva la Ricchio -, si autoalimenta». La community certo non sta a guardare, partecipa e compete, così che non è difficile imbattersi in commenti del tipo: “Hey, questo è davvero stonato! Prendete me…”.

There are no comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: