Povero Taricone, ma…

mi sembra si stia esagerando con questo affetto improvviso, che non si sa da dove provenga. Tra i tanti commenti di persone profondamente dispiaciute per la morte de… l’attore? del concorrente GF? del personaggio?… viene definito e ricordato in molti (troppi) modi Taricone, ce ne sono alcuni che sfiorano – se permettete – il ridicolo. Questi due, molto simili, li ho trovati sul sito repubblica.it:

“Sembra strano come si possa essere colpiti dalla scomparsa di qualcuno che nemmeno si conosce. Pietro, però, nei passaggi televisivi aveva sempre dimostrato grande intelligenza ed umiltà. Rappresentava l’amico ideale, il figlio ideale e, aveva dimostrato anche di essere buon padre e marito. Un bell’esempio per tutti. Un pensiero affettuoso alla moglie e alla sua piccola, con la speranza che possano trovare la serenità necessaria per affrontare un nuovo percorso di vita. Una promessa, nelle mie poche e rade preghiere, ci sarà anche un pensiero per Pietro e per la sua famiglia. Giuseppe Nicola Summa”.

e poi:

“L’Icaro moderno non ce l’ha fatta! Aveva tutto e, proprio come Icaro, non si accontenta mai, ha voluto volare più in alto, sempre più in alto ed ora più oltre di dove è non potrà andare. Ciao caro Pietro. Tu sei stato quello che io avrei voluto essere ed il figlio che avrei voluto avere. Ti ho sempre stimato ed amato. Mi dispiace che te ne sei andato. Mi dispiace tantissimo. Augusto”

cioè questi parlano di figlio che avrebbero voluto avere, di esempio, di modello… ma come? da quando? Era simpatico, Taricone, stava facendo di tutto per “lavare l’onta” del Grande Fratello (e non si capisce perché si debba rinnegare proprio ciò che ha permesso un successo, ma questa è un’altra storia), ma nessuno prima aveva parlato di lui come un esempio. Qualcuno commenta: “Sono sinceramente dispiaciuto per l’accaduto e mi inchino all’uomo!”… che vuol dire? Che Taricone è andato in guerra, che si è battuto per noi ed è morto da eroe? Non credo. E allora che c’entra l’inchino? Insomma mi pare che il rispetto per una persona che se ne è andata – di certo troppo giovane, e questo addolora – si sia trasformato in un modo per sfogarsi, autoconsolandosi, e per salvarsi dalla noia mortale di questi nostri giorni.

Una Risposta

  1. Beh, mi fa proprio piacere leggere queste righe per lo meno non mi sento un mostro. Non dico che ho sfiorato il chissenefrega perchè è sempre una brutta notizia la morte di qualcuno però mi ha veramente infastidito tutto questo parlarne.
    La notizia data al TG addirittura come prima, no dico, c’era la condanna di Dell’Utri……no?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: